E venne l’invasione della “Roya”

“Dall’infanzia ho imparato a lavorare la terra, questo è quello che mi hanno insegnato i miei genitori e i nonni in quell’epoca” ci racconta Don Rafael Cordoba che vive nella comunidad de Ventillas del municipio de Wiwilí Nueva Segovia.
Josè-Rafael
Continua raccontandoci che “non ho avuto l’oppurtunità di studiare perchè non c’erano scuole nelle vicinanze e per i genitori e i nonni era una perdita di tempo studiare e quindi imparai a lavorare la terra.
Quando crebbi e formai la mia famiglia mio padre mi dette un’ettaro e mezzo di terreno, cominciai a coltivare caffè e con il tempo ottenni del guadagno.
Poi decisi di entrare nella Cooperativa, dato che vari miei amici ne facevano parte ed a loro andava molto bene.
Una volta iscritto alla Cooperativa mi sono aggregato al gruppo dei piccoli coltivatori di caffè organico, ottenendo di poter vendere direttamente alla Coop. il caffè

Quando la Cooperativa realizza tutta la vendita mi danno un premio in relazione a quanto ho prodotto
il che mi viene molto in aiuto perchè ciò accade nei mesi in cui non abbiamo ingressi; in questo modo ci aiutano perchè possiamo comperare quello che ci manca in casa.
Con le entrate che ho ottenuto ho potuto migliorare la mia casa” commenta Don Rafael, “prima era di legno ed oggi è in cemento e mi sento un po’ più sicuro nella nuova casetta, per molti è una casa umile ma per me è un palazzo dove sono più sicuro di prima e ciò non sarebbe accaduto senza l’appoggio che abbiamo dalla Cooperativa.
Ogni giorno gli intermediari vengono cercando di prenderci il caffè ad un prezzo bassissimo, avendo loro così un gran guadagno, però questo la mia Cooperativa non lo permette perchè essa vigila per il benessere di ogni unità famigliare.

Tutto andava bene fino a che nell’anno 2012 la mia piccola coltivazione è stata danneggiata dalla “Roya” (un fungo infestante) che ha provocato il seccarsi delle piante e sono rimasto senza caffè, con gli sforzi che ho fatto ho riempito 500 solo borse.”

Don Rafael chiede un finanziamento di U$: 700.00 per poter ristabilire la sua parcella di caffè.

“Uno dei miei principali desideri ” dice Don Rafael “e per il quale lotto ogni giorno è che i miei figli possano prepararsi e possano imparare un mestiere dato che io non ho potuto farlo per diverse circostanze nelle quali vivevamo in quel tempo ed inoltre oggi vorrei lasciare ai miei figli un’altra eredità oltre il terreno che mi lasciarono i genitori”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.